Home > BLOG > CONSOLE > Maturità ed Internet: E’ caccia aperta alle tracce

Maturità ed Internet: E’ caccia aperta alle tracce

Come tutti gli anni, l’esame di maturità è ormai vicino ed iniziano a circolare voci sulle possibili tracce che dal 22 di Giugno impegneranno molti studenti italiani. Su Internet iniziano a girare le prime “Web-bufale” vediamo insieme come difenderci …

In questo articolo ho cercato di riassumere un po’ di bufale smentite dai giornali italiani. Per prima cosa vorrei smentire una delle teorie maggiormente diffuse: la telefonata in Australia. Ecco un avvertimento tratto dal il Giornale:

Si narra di genitori svenuti davanti a bollette dal costo stratosferico. Tutta colpa di misteriose telefonate in Australia. Prefissi intercontinentali con una sfilza di numeri che dall’Italia balzavano acrobaticamente fino ad arrivare – non a caso – proprio nella patria dei canguri. Unica traccia: le chiamate risultavano eseguite alla vigilia della prima prova scritta dell’esame di maturità.
Le famiglie degli studenti per prima cosa pensarono alle hot-line, una di quelle linee a luci rosse che, in cambio di qualche porno-sospiro, ti dirottano in Paesi lontani facendoti spendere un capitale. «Confessa sporcaccione! – urlò infatti un papà al figlio -. Per scaricare la tensione dello scritto di italiano, hai fatto una telefonata all’899-899-899…». «Ma quale 899… – rispose il maturando -. Ho chiamato un collega italiano che sta facendo l’esame a Sydney…».
Già, perché – complice il fuso orario – nelle scuole italiane in Australia, la maturità comincia con un giorno di anticipo rispetto all’Italia. Di conseguenza, quando nel nostro Paese si aprono le buste con le tracce del tema di italiano, laggiù (o lassù) in Australia quelle stesse tracce le conoscono ormai dal giorno prima. Ergo, se uno dall’Italia telefona in Australia, si potrà far dire le tracce in anticipo. E così, il giorno dopo, arriverà a scuola con il tema già svolto. Il discorso – in teoria – non fa una grinza. Peccato, però, che sia tutta una bufala. Dall’ambasciata italiana a Sydney lo ripetono da anni: «Cari ragazzi, è inutile chiamarci…». Ma l’appello cade nel vuoto. Ogni anno la pantomima si ripete.

Ecco invece un curioso sondaggio creato da Studenti.it e tratto dall’articolo dell’agenzia Ansa:

A poche ore dall’inizio degli esami di stato 2010, con la prova di italiano prevista per martedì 22, iniziano i consueti riturali: tanti studiano, la maggior parte da soli, ma c’é chi preferisce occupare il tempo preparando i classici bigliettini o chi cerca il gadget tecnologico anti controllo. Ma c’é anche chi cercherà altre scorciatoie: per gli ultimi giorni di studio intenso prima degli esami di Stato i maturandi si affidano a spinelli e anfetamine. Lo ha dichiarato il 34% degli studenti su 360 partecipanti ad un sondaggio realizzato dalla redazione di Studenti.it in collaborazione con Swg. Al classico caffé ricorre il 31% degli intervistati, al the il 17%, le vitamine sono scelte dal 10% dei maturandi mentre il 5% dichiara di usare psicofarmaci.

Scelta fortemente criticata dal Moige: “Utilizzare anfetamine e spinelli per favorire lo studio non è un rimedio accettabile e non dovrebbe essere utilizzato dai maturandi”.

Ecco invece un ottima campagna contro le bufale online organizzata da Skuola.net in collaborazione con la Polizia Postale :

Per il secondo anno consecutivo la Polizia Postale e delle Comunicazioni e Skuola.net si apprestano a lanciare la campagna di sensibilizzazione ”Maturita’ al sicuro”, con l’obiettivo di debellare il fenomeno ed evitare che gli studenti, oltre a perdere del tempo prezioso, possano anche rimetterci del denaro alla ricerca della soffiata giusta.

L’iniziativa ”antibufale” si serve delle forme di comunicazione e degli strumenti preferiti dai giovani per veicolare i messaggi di sensibilizzazione.

La campagna di sensibilizzazione si concludera’ il 21 giugno, alle ore 21:00 quando un rappresentante della Polizia Postale e delle Comunicazioni sara’ ospite della ”Notte Prima degli Esami”, la tradizionale trasmissione in web-tv realizzata da Skuola.net per rispondere a tutti i quesiti dei maturandi in relazione alle informazioni che circolano sulla rete nelle ore immediatamente precedenti la prima prova d’esame.

Ecco il video realizzato da Skuola.net insieme alla Polizia Postale:

Se volete segnalarci altre “Web-bufale” potete farlo come sempre nei commenti. Per quanto riguarda l’esame di maturità non vi nascondo che anche io ho passato la sera prima del tema di maturità davanti al pc a chattare con i miei ex compagni preso un po’ dall’ansia.

L’unico consiglio che posso darvi è di portarvi un integratore di sali minerali dato che il caldo gioca brutti scherzi e un po di zuccheri fa sempre bene.

In bocca al lupo a tutti.

  • lupoalberto12

    Quindi iniziano Martedì 22?
    In bocca al lupo.
    Ciao!
    ! :) !