Home > BLOG > CURIOSITA' > Domotica fai da te: Come automatizzare la vostra casa spendendo poco

Domotica fai da te: Come automatizzare la vostra casa spendendo poco

_DA15094

Negli ultimi anni si sente sempre più spesso parlare di domotica e di come gli elettrodomestici e le luci possono essere comandate a distanza. Come ben sappiamo la domotica è molto costosa se fatta con criterio soprattutto in case ormai di una certa età, in questo articolo vi spieghiamo come inserire la domotica nella vostra casa senza spendere un capitale grazie a Broadlink e ai suoi dispositivi intelligenti e “plug and play”.

Iniziamo subito col parlare della presa intelligente Contros di BroadLink. Come potete notare dall’immagine si tratta di un adattatore da muro che può essere inserito in ognuna delle prese della vostra casa. Una volta collegato l’adattatore alla presa avrete un controllo totale su quest’ultima grazie ad un applicazione per cellulare. Contros viene definito un timer wifi, un po’ come le prese fornite il timer meccanico che vengono tutt’ora vendute nei negozi.  Il grande vantaggio dell’adattatore Contros è quello di avere una scheda wifi interna che permette all’adattatore di connettersi alla vostra rete di casa ed essere comandato direttamente dal cellulare.

_DA15093

Le modalità sono veramente illimitate, si possono settare diversi timer o decidere in tempo reale quando accendere la presa o spegnerla. Un esempio semplice è la stufetta del bagno, di quelle che consumano l’energia prodotta da due centrali atomiche ma che rendono l’entrata in bagno una goduria, specialmente la mattina quando c’è la neve fuori. Di solito queste stufette non sono provviste di timer ma bisogna accenderle e spegnerle manualmente, questo problema può essere risolto con la presa intelligente Contros che vi permetterà impostare l’ora di accensione e spegnimento dell’adattatore e quindi della stufetta. Figata vero??

_DA15088

Inoltre la presa è dotata di una piccola luce interna che può essere utilizzata durante la notte per guidarvi nella casa.

In realtà l’adattore Contros fa parte di una famiglia variegata di sensori che possono essere connessi assieme automatizzando qualsiasi accessorio tecnologico di casa. Abbiamo sensori che rilevano fughe di gas o perdite d’acqua, sensori di presenza ed anche sensori per l’apertura di una finestra o una porta. Il tutto può essere connesso ad una centrale che contiene sensori ambientali che misurano umidità, pressione, temperatura, illuminazione e inquinamento dell’aria.

Screenshot_2016-02-02-23-26-56 Screenshot_2016-02-02-23-27-03

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La centrale oltre a fornire i sensori ambienti permette la comunicazione fra i vari dispositivi nella modalità “if … then… “ ovvero se succede un determinato evento procedi in questo modo specifico. Possiamo ad esempio accendere le telecamere se il sensore di porta rileva un intrusione o rimuovere la corrente se si verifica una perdita d’acqua o una fuga di gas. Come potete notare le applicazioni son veramente infinite ad un costo accessibile e senza dovere distruggere la vostra casa, tutto avviene tramite il router di casa al quale si connettono tutti questi dispositivi.

Screenshot_2016-02-02-23-31-26 Screenshot_2016-02-02-23-31-46

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il bello non è finito qua poiché BroadLink ha già dichiarato di aver pensato a nuovi sensori per completare la gamma offerta. Attualmente l’offerta è già molto vasta ma qualche aggiunta non guasta mai.

Noi di Informaniaci abbiamo provato l’adattatore Contros e siamo rimasti veramente soddisfatti dalla sua semplicità e qualità. Una volta ricevuto l’adattatore basta collegarlo alla presa di casa, scaricare l’applicazione di BroadLink E-Control e saremo pronti a riorganizzare la nostra casa come più ci piace. Una volta che l’applicazione si sarà interfacciata con l’adattatore, si potranno impostare vari timer a seconda delle nostre esigenze.

Purtroppo l’applicazione e-Control è in inglese ma non fatevi spaventare poiché una conoscenza base dell’inglese è ampiamente sufficiente. Si possono suddividere i sensori in base alla loro ubicazioni creando delle stanze (o contenitori) all’interno dell’app. La trovo un idea molto intelligente soprattutto quando si hanno più sensori della stessa tipologia.

Per avere maggiori informazioni su Contros e sui prodotti BroadLink clicca qui.

 

Termini di ricerca frequenti: