Home > BLOG > CURIOSITA' > 2011 … Addio siti web.

2011 … Addio siti web.

4 Miliardi sono tanti ma forse non abbastanza. Tanti sono gli indirizzi che, a livello teorico, si possono creare stando al protocollo Ipv4.

icann

L’allarme è stato lanciato, non per la prima volta, da Roberto Gaetano, vice presidente del Cda dell’Icann.

L’Icann è uno dei più importanti enti che svolge incarichi per la gestione della rete internet e al seminario “Internet dal futuro” ha lanciato l’allarme riguardo gli indirizzi web. Se entro due anni non si compirà il passaggio da Ipv4 a Ipv6 la soglia massima di 4 miliardi di indirizzi web potrebbe essere sorpassata, rendendo così impossibile la creazione di nuovi indirizzi web.

Soglia dettata dal protocollo Ipv4, in uso dal 1981.

Come possiamo leggere da repubblica.it secondo Roberto Gaetano “l’Ipv6 porrebbe rimedio ai problemi dell’Ipv4, legati alla funzionalità di un protocollo ormai vecchio. Il fatto che l’autoconfigurazione e la sicurezza siano parte del nuovo protocollo”, ha detto il vice presidente del cda dell’ICANN, “permetterà inoltre di fornire soluzioni standard, senza il bisogno di inventare altre procedure”.

informaniaci.it sarà ancora presente nonostante tutto e vi continuerà a tenere aggiornati!

Chiarimenti riguardo i due protocolli prossimamente su queste pagine…stay tuned!

  • Genna

    Sono anni che se ne parla di questo passaggio all’IPv6. Si farà come con l’idrogeno. Finchè non saremo costretti, finchè non saremo allo stremo non se ne farà nulla!

  • iL Dottore

    Concordo con Genna, è insita dell’essere umano la capacità di rimandare sempre tutto fino al limite del possibile, per poi correre ai ripari all’ultimo e in tutta fretta, con le classiche conseguenze di malfunzionamenti e imperfezioni causati dai brevi tempi di sviluppo.